Home

IN RICORDO DI ALDO CORMIO

Ho conosciuto Aldo tanti anni fa, ci siamo conosciuti a Regina Coeli.

Aldo mi aveva nominato suo difensore perché colpito da un provvedimento restrittivo per concussione.

Cominciamo a parlare … soffriva, era commosso ma protestava la sua innocenza, gridava che non aveva imposto a nessuno di dargli del denaro.

Cercai di non farmi coinvolgere emotivamente da Aldo e dissi lui che la vicenda che lo interessava  era a dir poco “complessa”:

Aldo non aveva testi a difesa, né inizialmente  qualsivoglia prova difensiva … solo il suo grido di innocenza …

L’accusa si fondava su una persona che affermava di aver ricevuto da parte di Aldo richieste di denaro, di averle a lui corrisposte. E come se non bastasse vi era una seconda persona che dichiarava di non essere teste oculare della vicenda, ma di essere stata informata nell’immediatezza dei fatti dalla prima persona con riferimento alla condotta delittuosa di Aldo.

Situazione difficile per Aldo … all’inizio non gli credeva nessuno, aveva vicino solo l’affetto dei propri cari …

Con il passare dei giorni il mio studio divenne meta di una vera e propria processione da parte dei colleghi di Aldo. Ognuno mi chiedeva un appuntamento per dirmi: “Avvocato mi creda Aldo Cormio non è un delinquente, è impossibile che abbia imposto una tangente a chicchessia, Aldo è una persona onesta, buona, pacata, incapace di violare la legge”.

Rimasi colpito dalla partecipazione dei colleghi di Aldo, una partecipazione numerosa e sentita

Mi appassionai alla difesa di Aldo e, soltanto grazie ai colleghi di Aldo che si misero a disposizione, iniziammo a trovare prove sui testimoni di accusa che fossero utili a spiegare le ragioni di un’accusa calunniosa …

Ebbene, riuscimmo a far uscire da carcere Aldo, ma non riuscimmo ad evitare il dibattimento.

Il processo si celebrò e ad ogni udienza vi erano tanti, tantissimi colleghi di Aldo in divisa, in aula e fuori dall’aula, ognuno presente per testimoniare ad Aldo il proprio affetto e la propria convinzione che Aldo fosse innocente …

Nonostante la richiesta di condanna del PM, nonostante la omologa richiesta della parte civile: Aldo Cormio fu assolto con formula piena.

Detta decisione si consolidò nei gradi di impugnazione e la sentenza divenne irrevocabile.

Aldo volle organizzare con i suoi colleghi una festa dopo tanta sofferenza. Tante persone erano presenti alla festa, l’intero Gruppo Casilino … la seconda famiglia di Aldo …

Aldo per ringraziarmi … volle regalarmi una targa d’argento che mi consegnò nel corso della festa …

In quella targa c’era scritto:

“La legge è per tutti sempre uguale

sta scritto in tribunale,

anche la pioggia ugual per tutti scende,

ma chi ha l’ombrel la para, chi non l’ha, la prende”

Ecco: in Aldo nacque l’idea di un ombrello per riparare dalla pioggia, dai processi penali, la Polizia Locale Romana

Così nacque Dippol l’associazione voluta da Aldo Cormio e da alcuni suoi colleghi particolarmente amici … Aldo ne è stato Presidente e Fondatore.

Io sono convinto che Aldo non ci ha lasciati, Aldo è e sarà ancora con noi della Dippol:

Ci sarà vicino nei processi

Ci sarà vicino nei direttivi

Ci sarà vicino nei corsi di formazione

Aldo non ci farà mai mancare il suo sorriso, la sua pacatezza, la sua serenità, la sua bontà.

Grazie Aldo per quello che hai fatto e per quello che potrai ancora fare insieme a noi ….

Massimo Biffa

Roma, 28 marzo 2019

 

ALDO CORMIO CI HA LASCIATI

Vi sono momenti, come la scomparsa di qualcuno, al cospetto dei quali le parole naufragano.

Vi sono momenti, come la scomparsa di un amico, nei quali non dovremmo violare il silenzio.

Vi sono momenti, come questo, in cui le parole, di fronte all’irreparabile, sanno essere addirittura inadeguate.

Ma sono anche l’unica forma di consolazione, insieme ai ricordi, di cui disponiamo.

E allora…

CIAO ALDO, AMICO E POI COLLEGA.

GRAZIE PER LA TUA PROFONDA UMANITA’, PER LA VICINANZA CHE HAI DIMOSTRATO A TUTTI I COLLEGHI CHE SI SONO RIVOLTI A TE QUALE NOSTRO PRESIDENTE IN MOMENTI DI DIFFICOLTA’ E, A VOLTE, DI DISPERAZIONE.

HAI SEMPRE SAPUTO TROVARE UN GESTO, UNA PAROLA PER DARGLI LA FORZA CHE NON CREDEVANO PIU’ DI AVERE.

GRAZIE PER L’IMPEGNO PROFUSO NEL FAR CRESCERE L’ASSOCIAZIONE IN CUI HAI CREDUTO SIN DALL’INIZIO.

SPERIAMO DI ESSERE ALL’ALTEZZA DI PORTARE AVANTI LA TUA CREATURA.

GRAZIE A NOME DELL’ASSOCIAZIONE TUTTA, DEGLI AMICI E DEI COLLEGHI!

Antonio Bianchi

Roma, 28 marzo 2019

 

Con un immenso dolore comunichiamo che il Presidente  Emerito Aldo Cormio ieri sera ci ha lasciato

I funerali si terranno domani  lunedì 25 marzo ore 14.30 Chiesa San Bernardo di Chiaravalle via Palmiro Togliatti

 

Il Presidente

Antonio Bianchi